martedì 11 settembre 2018

Preghiera


È l’ultima ora della sera,
silenziosi
i pini che orlano il percorso
allungano le loro ombre,
tremano la brezza

–è la preghiera dell’abbandono,
è il radicarsi nel vento–.


 

Hugo Mujica

martedì 28 agosto 2018

NASCE IL GIORNO


Nasce il giorno
sotto un cielo sereno,

la chiarezza in cui tutto
si mostra,
ciò che lei faceva germoglia
e ciò che la sua stessa luce appassisce.

Ogni nascere chiede nudità,
come la chiede l’amore,
come la regala la morte.



Hugo Mujica

lunedì 30 luglio 2018

Piangere non è un sussulto di scapole
e adesso che ho pianto
non ho parole migliori di queste
per dire che ho pianto
le parole più belle
le parole più pure
non sono lo zampettio delle sillabe
sull’inverno frusciante dei fogli
stanno così come stanno
né fuoco né cenere
fra l’ultima parola detta
e la prima nuova da dire
è lì che abitiamo.


Pierluigi Cappello


sheep - Photo by Arne Ader

mercoledì 4 luglio 2018

venerdì 25 maggio 2018

Prima che asciughino quei due o tre baci
sulla fronte
 
              e qui e lì,
ti chinerai per bere
acqua d’argento dallo specchio,
e se nessuno ti starà a guardare
ti toccherai le labbra con la bocca.

 
C’è un tempo in cui più svelto delle dita
che lo scultore passa sulla creta
il sangue impaziente ti modella
il corpo dal di dentro.

Forse stringerai tra le mani
i tuoi giovani capelli
e li solleverai sopra le spalle
perché somiglino piuttosto ad ali,
e davanti a loro prontamente correrai


      dove proprio davanti agli occhi
e sul fondo estremo dell’aria
sta il grande, erto, conturbante
e dolce nulla,
che splende.

Jaroslav Seifert

giovedì 10 maggio 2018

L'uva

Non starò a rimpiangere le rose
Appassite a una lieve primavera;
Mi è cara anche l'uva sui tralci
A filari maturata su un pendìo.
Bellezza della mia fertile valle,
Gioia d'autunno dorato,
Affusolato e diafano,
Come le dita di una tenera fanciulla.


Aleksandr Puskin